Circolare di Studio n. 5 del 22 febbraio 2021

Nuove modalità di accesso ai canali telematici dell’Agenzia delle Entrate – NOVITA’ dal 1° marzo 2021.

 

Gentile Cliente,

l’Agenzia delle Entrate, con un comunicato stampa, ha confermato che dal 1° marzo 2021 non saranno più rilasciate alle persone fisiche le credenziali di accesso ai servizi telematici (Fisconline). Coloro che sono già in possesso delle credenziali potranno continuare ad utilizzarle fino alla naturale scadenza ma non oltre il 30 settembre 2021.

In questo modo l’Agenzia delle Entrate si allinea a quanto stabilito dal “Decreto Semplificazione e Innovazione digitale” [1] che prevede l’utilizzo delle tre seguenti modalità di identificazione e autenticazione valide per l’accesso ai servizi on line di tutte le Pubbliche amministrazioni:



  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • CIE (Carta d’Identità Elettronica);
  • CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

 

Già da tempo, in alternativa alle solite credenziali Fisconline, era possibile accedere ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate utilizzando le nuove modalità di autenticazione.

 

Come già anticipato, nei prossimi mesi le nuove modalità di identificazione (SPID, CIE o CNS) saranno le uniche utilizzabili per accedere ai servizi on line, si invitano pertanto i clienti ad attivarsi quanto prima per la richiesta di una delle nuove modalità di autenticazione, che peraltro hanno la comodità di essere utilizzate su tutte le piattaforme digitali pubbliche (quindi non solo per i servizi telematici fiscali e previdenziali, ma anche per l’accesso ai siti gestiti da PA come ad esempio Comuni e Province).

 

Le imprese ed i professionisti potranno invece continuare a richiedere le proprie credenziali Entratel e Fisconline all’Agenzia delle Entrate anche dopo il 1° marzo 2021, nell’attesa dell’emanazione di un apposito decreto attuativo.

 


 


Per ottenere una identità digitale SPID basterà seguire le indicazioni presenti sul sito internet https://www.spid.gov.it/richiedi-spid scegliendo uno dei 9 gestori attualmente autorizzati. L’operazione, in base al gestore scelto, può essere totalmente gratuita.

Per accedere ai servizi on line della pubblica amministrazione utilizzando la nuova carta di identità elettronica (CIE) occorrerà avere a disposizione l’intero codice PIN della carta di identità elettronica o in alternativa richiederlo al proprio comune ed essere in possesso di un apposito lettore di smart card.

È possibile accedere ai servizi on line anche con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) utilizzando un apposito dispositivo di autenticazione che può essere una chiavetta USB o una smart card corredata da apposito lettore.

 

Lo Studio rimane a disposizione per assistere la clientela nell’espletamento degli obblighi di cui alla presente circolare.




 

[1] D.L. n. 760/2020